Salute Migrante è un progetto nato nel 2016 dall'entusiasmo e dall'impegno di volontarie e volontari dell’associazione Diritti al Cuore Onlus. Tutti noi, di fronte ai continui flussi migratori di persone transitanti sul territorio e all'inadeguata presenza delle istituzioni nell'ambito dell'accoglienza, abbiamo iniziato - affiancandoci alle poche realtà autorganizzate già presenti - a garantire ai transitanti uno dei diritti fondamentali della nostra costituzione e non solo: il diritto alla salute.

valdese

In un primo momento visitavamo donne, uomini e bambini al campo informale di Baobab Experience (via Cupa, piazzale Maslax e, successivamente allo sgombero di quest’ultimo nel 2018, piazzale Spadolini) offrendo loro con i pochi mezzi a disposizione un'assistenza sanitaria primaria. Alla luce delle difficoltà riscontrate nel dover visitare le persone in strada e grazie al contributo dell'8 per 1000 della Tavola Valdese, nel 2017 siamo riusciti ad acquistare un camper, trasformato in una vera e propria unità mobile sanitaria. Un acquisto con il quale il nostro progetto è cresciuto e si è rafforzato, permettendoci dal 2016 ad oggi di fornire assistenza sanitaria primaria a circa 600 persone. La Tavola Valdese ha finanziato anche la seconda fase del progetto: SALUTE MIGRANTE – Fase II, formazione di volontari per ampliare il servizio di accoglienza a migranti e transitanti di Roma”. Scopo del progetto riguarda   la formazione di 2 volontari mediante corso specifico in EMDR per il trattamento dei sintomi di Disturbo Post-Traumatico da Stress e la formazione di altri 2 volontari attraverso un corso specifico in mediazione culturale per il superamento della barriera linguistica e culturale riscontrata durante le visite mediche.

Da tre anni ogni settimana garantiamo la presenza di un'equipe multidisciplinare, che nel tempo ha acquisito nuovi elementi allargando il proprio raggio d’azione, raggiungendo gli insediamenti informali, gli edifici occupati e i luoghi di sgomberi per garantire assistenza sanitaria e non solo a diverse figure in condizione di fragilità. In aggiunta, il Progetto Salute Migrante fornisce anche informazioni sul diritto alla salute, sulle modalità di accesso ai servizi socio-sanitari territoriali; garantendo accompagni per chi necessita di visite presso ospedali o ambulatori specialistici e collaborando con il sistema sanitario nazionale nell'ambito di un progetto di accoglienza integrata. Come volontari ci battiamo per un'accoglienza che non sia indirizzata all'assistenza fine a sè stessa ma diventi il principio di un processo di integrazione e di acquisizione dei propri diritti civili.

Fondamentale infatti è la collaborazione e lo scambio di informazioni sia con il sistema sanitario nazionale - con cui spesso facciamo da ponte - sia con le altre associazioni mediche e non presenti sul territorio a cui spesso ci rivolgiamo nell'ambito di un'adeguata e globale gestione delle persone.

L'equipe è ad oggi composta da:

- un responsabile/coordinatore del progetto;

- un team sanitario costituito da un medico, uno psicologo ed un infermiere volontari;

- un mediatore culturale;

- figure non sanitarie che si occupano dell'accoglienza.

Tra le attività principali:

- monitorizziamo le condizioni di salute dei pazienti migranti, transitanti e non, senza fissa dimora, impedendo talvolta la diffusione di patologie ad alta contagiosità;

- affrontiamo problematiche di natura non strettamente fisica e spesso visitiamo migranti vittime di tortura e violenza, donne abusate e minori non accompagnati, persone con problemi psichici, con dipendenze da alcool e/o sostanze stupefacenti. Grazie alla presenza di dottoresse psicologhe garantiamo un primo colloquio valutativo e la successiva presa incarico da parte di strutture competenti;

 - ci battiamo per un'informazione corretta organizzando eventi, tavole rotonde, dibattiti, presentazioni.

Nessuno è invisibile per noi e ogni giorno lavoriamo per questo.

 camper 1camèper 5

 

 

Servizio Civile

© 2016 Diritti al Cuore. All Rights Reserved.

Accesso Utenti