Prime impressioni di viaggio, il mio arrivo a Dakar

di Gioele Gaboradi, volontario Diritti al cuore in questi giorni in missione sanitaria

gioeleDicotomia; Una parola piuttosto desueta della lingua Italiana che oltre ad aver ispirato il nome d’arte di Brian Hugh Warner ( Marilyin Manson = Charles Manson + Marilyin Monroe ), esprime molto bene il Senegal che si è presentato ai miei occhi una volta giunto in questa terra lontana.

Una Dakar a tratti amena a tratti pestilenziale, a tratti moderna a tratti primitiva, a tratti capitalista a tratti folkroristica/tradizionale. Durante la sua esplorazione si sono dischiusi ai miei occhi moschee, chiese protestanti, chiese cattoliche, edifici dalle grandi vetrate, abiti tradizionali, giacche e cravatte, t-shirt di Star Wars che ero tentato di sottrarre al legittimo proprietario, computer della Apple, abachi islameggianti … Il tempo qui si ferma, si contorce, si raggomitola fino ad assumere dimensioni che sfuggono ai normali sensi dell’essere umano. Due minuti diventano ere geologiche, le ore mesi, i giorni settimane, i secondi eoni.

Camminando tra le vie della capitale si ha la sensazione che le persone vi si riversino la mattina alla ricerca di una sorta di sacro Graal, di una svolta piombata giù a stravolgere le loro vite. Altri in realtà sembrano quasi insofferenti, sfrontatamente apatici allo scorrere della giornata che procede nonostante la loro indifferenza. Una volta saliti a bordo di un Taxi, puà capitare di contrattare per ore una tariffa o attendere qualche secondo in macchina mentre il conducente scende dal veicolo per chetare la sua sete con un caffè preso direttamente dal ciglio della strada come la donzelletta che vien dalla campagna coglie rose e viole.

Per quanto riguarda il mio stato psico-emotivo devo ammettere che la fantomatica “botta di adrenlaina” non è stata avvertita dal mio sistema nervoso propriocettivo. Sento piuttosto che questa sia la mia casa da settimane, quello che faccio ciò che ho sempre voluto fare e che sempre farò. Sento già qualche cellula del mio pericardio che si desfolia dolorosamente, non so quanto sarà traumatica la partenza ma so gia voglio che arrivi il più distante possibile; nel dubbio non ci penso.

NEWS ED EVENTI

Video OCEAM, progetto di sensibilizzazione nei licei romani

Video OCEAM, progetto di sensibilizzazione nei licei romani

Ecco a voi il video di presentazione del nuovo progetto di sensibilizzazione e formazione sul tema dei migranti e delle migrazioni nei licei:  O.C.E.A.M.: "Oltre i Confini E Aldilà del Mare" è...

Uova e colombe solidali

Uova e colombe solidali

Anche quest'anno è possibile fare regali solidali per Pasqua: uova del cioccolatificio Reale da 400 gr fondenti o al latte (contributo da 12 euro) e colombe classiche da 1 kg...

21 marzo, Non sono razzista quindi

21 marzo, Non sono razzista quindi

Giovedì 21 marzo il liceo Mamiani apre le porte al quartiere in occasione di una giornata di dibattito e riflessione sulle migrazioni:13:30- Il liceo apre le porte al quartiere,pranzo sociale...

05-03 Secondo appuntamento convegno: “Incanti di terre lontane”

Il 05 marzo 2019, alle ore 16.30, presso l’aula teatro di via Cassia 1286, si terrrà il secondo appuntamento del convegno “Incanti di terre lontane” presentato dal gruppo POSES dei...

« »

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 

© 2016 Diritti al Cuore. All Rights Reserved.

Accesso Utenti